Return to site

Consigli utili per affrontare al meglio la quarantena

La quarantena iniziata a marzo e, ancor più, il suo prolungamento previsto per tutto il mese di aprile rischiano di metterci davvero a dura prova.

Non è facile far fronte alla reclusione, alla vita in sospeso, alla separazione dai genitori, a volte dai figli o dal partner lontano.

Ci sentiamo defraudati della nostra vita e in pericolo.

Sentimenti di paura, rabbia, frustrazione, impotenza e tristezza, quando non depressione, rischiano di decentrarci e di farci sentire come topi in gabbia.

Ognuno ha il suo cammino e certamente non esistono ricette per far fronte a questa emergenza interiore, oltreché mondiale.

Tuttavia, desideriamo offrirvi alcuni consigli utili al benessere.

 

  • Innanzitutto, è importante tenere a mente che ogni crisi, ogni esperienza estrema, può essere un’occasione per scovare in sé nuove risorse, per compiere un balzo in avanti verso nuove strategie di sopravvivenza, verso una maggiore centratura e calma interiore. Non significa raccontarsi la favolina di quanto siamo fortunati a vivere questo dramma sociale e personale, si tratta tuttavia di non considerare inutile ciò che stiamo vivendo, ma considerarlo come una palestra grazie alla quale domani saremo più forti, più capaci e consapevoli della nostra resilienza. In un mondo complesso come il nostro scoprirsi capaci di affrontare sfide  e mettersi alla prova è molto importante. Non stiamo vivendo un fatto di poco conto, come alcuni vorrebbero far credere. Non si tratta di stare comodi sul nostro divano in attesa che la tempesta passi, ma si tratta di attingere a tutte le nostre risorse al fine di far fronte all’incertezza e ad una paura senza precedenti.
  • Ogni giorno è importante ripetersi che anche l’ora più buia è destinata a passare. Leggiamo continuamente proclami assurdi che paventano scenari tragici, in cui la nostra vita sarà sospesa per sempre o quasi. In realtà, la nostra vita tornerà. Ricominceremo a muoverci nel mondo, ad abbracciarci, a lavorare. Non sappiamo fra quanto, ma è certo che accadrà. Noi ci riprenderemo la nostra vita, forse perfino migliore di prima. Dunque, possiamo attenderla, possiamo confidare nella bellezza di un ritorno alla normalità!
  • Anche se non possiamo uscire, dobbiamo trovare il modo di stare al sole e lasciarci accarezzare dall’aria fresca. Se non disponiamo di un giardino, né di un balcone, abbiamo certamente almeno una finestra. Creiamo un angolino comodo accanto alla finestra, spostiamo qualche mobile piuttosto e permettiamoci di stare affacciati, possibilmente al sole, mentre ascoltiamo musica o mentre leggiamo un buon libro. Dedichiamoci ad osservare il cielo e a connetterci al volo delle rondini. L’aria fresca è un toccasana per tutti noi.

Dedichiamo almeno alcuni minuti al giorno a respirare consapevolmente, basta prestare attenzione all’aria che entra, pulita e luminosa e all’aria che esce, portando via scorie e malumori. Il respiro consapevole può modificare

  • nel tempo la qualità delle nostre emozioni, ma anche migliorare il nostro stato di salute. Potrebbe anche essere l’occasione per iniziare a praticare yoga o meditazione.
  • Non dimentichiamoci le relazioni. Organizziamo telefonate con amici, qualche aperitivo virtuale, cerchiamo di essere leggeri, di staccare la spina dalla preoccupazione.
  • Scegliamo almeno un’attività nuova a cui dedicarci. Possiamo fare giardinaggio, oppure leggere libri interessanti, studiare, apprendere qualcosa di nuovo. Dedicarsi ad attività nuove può essere molto utile per prepararci a vivere una nuova vita, più autentica e consapevole.
  • Individuiamo una frase potenziante, ovvero una frase che ci fa stare bene e che possa diventare il nostro mantra di guarigione. Ad esempio “va tutto bene”, oppure “ho fiducia nella vita”  “mi amo immensamente”. Per capire se si tratta del giusto mantra possiamo provare a ripeterlo. Ci accorgeremo che una particolare frase ci offre sollievo, ci espande, ci fa sorridere di gioia. Ecco, quello è il nostro mantra. Ripetiamolo più e più volte al giorno, scriviamolo, cantiamolo, lasciamo che il suo potere rigenerante possa agire in noi, le parole sono potenti!
  • Sorridiamo, spesso e volentieri. Il sorriso muove il nostro mondo interiore e ci aiuta a migliorare la nostra energia. Sorridere senza motivo, solo per il piacere di sorridere alla vita ci rende forti.
  • Se ci sentiamo persi o tristi permettiamoci di piangere e di sfogare le nostre emozioni, non vergognamoci, non tratteniamoci! il pianto è liberatorio!
  • Troviamo il modo di essere di aiuto a qualcuno. Essere utili può farci sentire bene e spostarci dalla paura e dai nostri problemi, nonché offrire un senso alle nostre giornate.

 

Questa crisi senza precedente può renderci esseri umani più forti e più saldi, sfruttiamola al meglio. Quando passerà, sapremo chi siamo.

E ricordatevi che l’Associazione Ajna è a disposizione per chiunque abbia necessità di parlare e di ricevere sostegno emotivo.

Buon cammino a tutti!

All Posts
×

Almost done…

We just sent you an email. Please click the link in the email to confirm your subscription!

OKSubscriptions powered by Strikingly