Return to site

Trovare la propria identità

In questa fase così difficile e dura della nostra vita ci ritroviamo chiusi dentro le mura della nostra casa, a volte separati dagli affetti, a volte soli. Ora più che mai, siamo dinanzi ad una scelta: vivere questo momento come una prigionia e disperarci, oppure scegliere di fare esperienza di una personale gestazione e utilizzare il prezioso tempo a nostra disposizione per incontrare noi stessi, in questo spazio intimo e protetto che è la nostra casa.

Possiamo dunque far i conti, finalmente, con la nostra identità.

Molte persone non si incontrano mai e non sanno raccontarsi a se stessi e al mondo, perché non hanno l’abitudine a riflettere su chi sono, su chi desiderano essere e su chi vogliono diventare.

La nostra identità è in continuo mutamento, la persona che siamo oggi non è la stessa di dieci anni fa e non sarà la stessa fra dieci anni.

Noi ci trasformiamo, adattandoci alla vita e lasciandoci plasmare dagli eventi, ma anche dai pensieri.

Eppure, il più delle volte si tratta di un cammino spontaneo quanto inconsapevole, in cui la nostra volontà e la nostra scelta non giocano alcun ruolo.

Invece, possiamo iniziare a domandarci chi siamo.

Partiamo proprio da adesso, da questo momento sacro quanto complesso. Che cosa sta emergendo dal profondo di noi?

Quali ombre ci stanno addosso?

Chi eravamo prima del lockdown?

Prendiamoci un po' di tempo e proviamo a descriverci brevemente riflettendo sulle nostre modalità, sui nostri punti di forza, ma anche sulle gabbie in cui ci auto recludevamo.

Dopo aver avviato questa riflessione sulla nostra identità pre-crisi, cerchiamo adesso di ascoltare i nostri attuali movimenti interiori. Quali le emozioni? Viviamo nella rabbia, nella paura? oppure riusciamo, almeno in alcuni momenti, a fluire negli eventi? Che cosa sta emergendo da noi? ma, soprattutto, che tipo di persona vogliamo covare in noi? Quali qualità desideriamo coltivare, affinché possano crescere nel nostro giardino interiore?

Ovvero, in che modo desideriamo trasformare la nostra identità?

Anche in questo caso, prendiamoci tutto il tempo necessario per riflettere profondamente.

E infine possiamo volgerci verso il futuro, domandandoci qualcosa di realmente fondamentale.

Che cosa ci piace?

Che cosa amiamo?

Che cosa ci corrisponde completamente?

Che cosa ci nutre e a che cosa vogliamo dare energia?

Queste domande sono fondamentali per incontrare noi stessi, sull'identità nascente che sta emergendo e che porta con sé racconti nuovi, sulla vita che scorre in noi e sulla qualità di energia che alimenta la nostra esistenza.

Nessuno si conosce mai del tutto, anche perché noi siamo in mutamento perpetuo, dunque non si tratta mai di riflessioni definitive.

Ecco perché periodicamente è necessario ed importante ricordare di incontrarsi.

Buona rinascita.

All Posts
×

Almost done…

We just sent you an email. Please click the link in the email to confirm your subscription!

OKSubscriptions powered by Strikingly